zucca-di-halloween

La notte di Halloween, in un pub, un fabbro irlandese tirchio e ubriacone di nome Jack , incontrò il Diavolo. Jack gli offrì la sua anima in cambio di un’ultima bevuta. Il Diavolo ovviamente accettò trasformandosi in una moneta da sei pence per pagare l’oste. Ma Jack prontamente afferrò la moneta e se la mise nel borsellino. Proprio li nel borsellino Jack aveva anche una croce d’argento e così al Diavolo fu impossibile tornare alla sua forma originaria.
Jack poi offrì al Diavolo la possibilità di liberarsi solo a patto di non reclamare la sua anima per i successivi 10 anni. E il Diavolo accettò l’offerta di Jack.
Trascorsi i 10 anni, mentre Jack camminava in una strada di campagna, incontrò di nuovo il Diavolo, che era venuto a reclamare la sua anima. Jack, allora disse al Diavolo: “è vero la mia anima ti spetta, ma prima potresti prendermi una mela da quest’albero?” Il Diavolo, credendo di non avere niente da perdere, salì sulle spalle di Jack per prendere la mela. Allora Jack velocemente tirò fuori un coltello e incise sul tronco dell’albero una croce e si tolse il Diavolo da dosso, che rimase li sospeso a mezz’aria senza poter toccare l’albero o poggiarsi su Jack. Jack a questo punto fece promettere al Diavolo di non cercare più di prendere la sua anima e di lasciarlo in pace per sempre. Il Diavolo, che non aveva scelta, accettò. Nessuno sa però come il Diavolo fece a tornare a terra! Molti anni dopo, Jack morì, ma a causa della sua vita di ubriacone e truffatore arrivato alle porte del Paradiso non fu accettato. Allora si recò all’infermo ma il Diavolo lo cacciò via e non volle la sua anima.
Ma dato che la strada per tornare indietro era buia e tortuosa, Jack chiese al Diavolo una luce per illuminare il suo cammino e il Diavolo, irritato e spazientito, gli gettò ai piedi un pezzo di carbone ardente delle fiamme dell’inferno. Dato che soffiava forte il vento, per evitare che il carbone si spegnesse, Jack lo infilo in una zucca che stava mangiando e, da quel giorno, Jack vaga senza meta con la sua lanterna fatta da una zucca in attesa del Giorno del Giudizio.