La scelta della struttura

Cominciamo con lo spazio

L’asilo nido può ospitare un bambino ogni 10 mq il che significa che una struttura di 200 mq può ospitare al massimo 20 bambini. Il personale deve essere in numero adeguato al numero dei piccoli utenti.
A tal proposito la legge prevede un rapporto di uno a 6 per i lattanti (cioè un’educatrice ogni 6 lattanti) e un rapporto di uno a 8 per i bimbi più grandi (un’educatrice ogni 8 bimbi). Ciò significa che, ad esempio, se ci sono 10 lattanti le educatrici devono essere due e sempre in compresenza, quindi ci saranno o due educatrici per tutta la giornata o tre che ruoteranno su turni, perché devono essere sempre in due con i piccoli.
È importante chiedere sempre quanti bambini rimangono a dormire dopo pranzo e chiedere di visitare la stanza del sonno. I letti devono essere in numero adeguato al numero di bimbi che dormono e per i lattanti ci devono essere i letti con le sbarre (come quelli di casa). Se i conti con i letti non tornano diffidate della struttura perché vuol dire che per alcuni bambini il pisolino pomeridiano avviene in un passeggino, in una sdraietta o peggio su un tappeto morbido per terra.
Diffidate sempre delle strutture di 150/200 mq che ospitano 35/40 bambini perchè, come detto sopra, non c’è spazio sufficiente per tutti.
I Pasti
Il pasto è un momento delicato per il bimbo. È importante che la cuoca sia interna per far fronte a eventuali allergie o mal di pancia dell’ultimo minuto. Chiedere sempre di vedere la cucina e di parlare con la cuoca per sincerarsi che sia all’altezza del compito. Chiedere anche se c’è o meno l’autorizzazione alla cucina interna e se la cuoca ha fatto il corso della HACCP (corso sulle norme igienico- sanitarie).
I Bagni
Il bagno deve avere i water piccoli per bimbi e il lavandino basso in modo che il bambino possa riuscire a lavarsi mani e dentini senza dover ricorrere ad un rialzo dal quale potrebbe facilmente cadere. Se il bagno non è in ogni sezione ma unico per tutti i bambini, i water devono essere uno ogni sei bambini al massimo. È fondamentale inoltre che il bagno dei bimbi sia dotato di fasciatoio, altrimenti dove si siede o si sdraia il piccolo per essere cambiato? Il bagno del personale e lo spogliatoio devono essere collocati in un punto della struttura non raggiungibile dai bambini. Il che significa che questa stanza deve essere lontana dalle sezioni, dal bagno dei bambini, dalla cucina, dal laboratorio grafico-pittorico o dalla stanza del teatro se la struttura la prevede.
In conclusione
Non dobbiamo aver paura di chiedere quanto detto sopra, in fin dei conti affidiamo a degli estranei il bene più prezioso di un genitore: il proprio figlio!