presepeIl Presepe è, insieme all’albero, l’essenza pura del Natale. Spesso però, troppo spesso, si evita di far partecipare il bambino alla realizzazione del Presepe, per timore che possa combinare qualche guaio irreparabile, come rompere le statuine o rovinare le enormi montagne che i genitori con tanta fatica e orgoglio costruiscono. Invece non c’è niente di più appagante che farsi aiutare dai propri figli a costruire il Presepe. Farlo insieme rende, in primis, il bambino consapevole del vero significato del Natale e poi lo rende fiero e orgoglioso di aiutare mamma e papà in un’impresa tanto grande. Nella realizzazione del Presepe il bambino può, ad esempio, strappare e appallottolare la carta montagna. Si divertirà da impazzire. Oppure può essere il “responsabile del cantiere” occupandosi di passare il nastro adesivo o la spillatrice al papà e alla mamma che intanto fissano le varie parti. Ancora, può essere” l’addetto alla neve”, spargendo un po’ dappertutto la neve finta. Ma soprattutto non priviamo il piccolo della gioia di posizionare le statuine. Se sono di un materiale che può rompersi, aiutatelo. Spiegategli che deve stare attento altrimenti si rompono e non possono più far parte del Presepe. Lui capirà. E se le statuine non sono messe nel posto giusto, quello che noi genitori avevamo pensato per quel pastore preciso, o se sono girate al contrario di come noi ce l’eravamo immaginato, pazienza! Si pazienza, perchè non succede niente. Il Presepe sarà bellissimo lo stesso. Anzi no, sarà ancora più bello del solito perchè c’è dentro il cuore, l’amore e l’entusiasmo del vostro bambino. E questa è la sola bellezza che conti veramente.

Buon Natale a tutti

Grandi Si Diventa